Via Francigena giorno 8

Da Passo della Cisa a Pontremoli

Parto alle 8:00 circa, la tappa è corta e quasi tutta in discesa e sulla carta dovrebbe essere facile, almeno se non avessi la caviglia dolorante. Comunque anche oggi seguo la statale percorrendo la ciclovia, con tutta la pioggia che è caduta ieri i sentieri saranno ancora disastrati ed io devo camminare ancora 3 settimane, inutile andare a cercarsi le difficoltà percorrendo salite o discese scivolose e ricoprire le scarpe di fango, se posso evitarlo. In più ogni tanto pioviggina, c’è vento e le nuvole basse sulla strada.
Mi spiace perdermi alcuni borghi segnalati sull’altra via ma come ho detto, devo pensare a lungo termine, 21 giorni sono ancora tanti.

img_2201Dopo 2 km dall’ostello arrivo al famoso Passo della Cisa, ma con sto tempo c’è poco da vedere quindi mi limito ad una foto davanti al cartello per immortalare il mio arrivo.

img_2217
Inutile anche salire sulla chiesetta per guardarmi attorno.

img_2219La discesa è ovviamente lunga e silenziosa, ogni tanto incrocio un’auto ma per il resto si sentono solo in lontananza i rumori dell’autostrada, che solo molto più giù quando la foschia diminuisce riesco a vedere. Così come più tardi si vede Pontremoli da lontano .

img_2221Prima di entrare in città mi fermo in una trattoria visto che è mezzogiorno e dovrò comunque tirare le 15 per andare all’ostello di sta notte. Con appena 10 euro mangio e bevo e scopro l’esistenza dei “testaroli”, antico piatto della zona Lunigiana.

Cosa sono i Testaroli

Quando riparto il vento che mi accompagna da sta mattina non si è ancora calmato, ogni tanto il sole fa finta di uscire ma è un attimo e viene ricoperto dalle nuvole.
Entro a Pontremoli passando sotto un arco che fa da porta all’antica parte medioevale della città, proseguendo arrivo nella piazza Centrale passando davanti al Duomo, ancora presto per poterlo visitare, intanto però scopro i segnali per un’altra via, quella degli Abati.Faccio un giro per tirare le 15:30 così da poter approfittare della farmacia poi vado all’ostello.

img_2222

img_2226
Un vero e proprio hotel praticamente, ad accogliermi delle signore e dopo avermi registrato una di loro mi accompagna mostrandomi la strada per la mia camera.
Finalmente oggi oltre che al ghiaccio potrò prendere l’anti infiammatorio, non mi farà passare il dolore entro domani, ma è già un inizio. Sperando che domani ci sia bel tempo perché sarà lunga.

N.Passi: 26507

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...