Santu Jacu: giorno 9

Da Nughedu Santa Vittoria a Sorgono

Sta mattina parto un pochino più tardi, Tonino e Gavino sono andati a dare da mangiare alle mucche e non voglio partire senza prima averli salutati, loro e la simpaticissima mamma. Per fortuna direi, perché se non era per Gavino partivo lasciando le mie bottiglie di acqua nel frigorifero.

Mi metto in cammino quindi riscendendo verso il comune per poi prendere a sinistra sulla provinciale, dopo un paio di curve giro su una strada in cemento che poi diventa uno sterrato polveroso fino all’ingresso del parco forestale di Assai


900 ettari di boschi nel comune di Neoneli composti per la maggiore da piante da sughero, in questi giorni più di una volta ho visto signori intenti a raccoglierlo.

Più avanti trovo anche un punto panoramico dove godere di tutto il paesaggio sulla valle di Ottana.

Lungo questi 6 km di sentiero passo anche affianco ad un museo, che purtroppo è ancora chiuso e davanti alla struttura della guardia forestale.

Passato il cancello che delimita il parco e proseguo comunque su uno sterrato fino ad arrivare alla strada provinciale, che seguo a sinistra per un centinaio di metri per poi attraversare per andare su un sentiero in salita, che prima attraversa ancora un bosco di alberi da sughero, poi una pineta dove in terra trovo delle grandi pigne che più grandi non avevo mai visto.

Un paio di km ancora poi la discesa ripida su un sentiero erboso dove immagino i cacciatori siano soliti appostarsi vista la quantità di cartucce vuote che trovo in terra.

Alla fine di questa ripida discesa arrivo sulla strada in asfalto che anche oggi dura e calda mi porta alla meta, dopo 11 interminabili km. tra le colline coltivate ad uva per fare il Cannonau è il Monica che a me piace tanto.

Arrivo a Sorgono e come un miraggio subito dopo l’ospedale trovo un chiosco ambulante di panini che fa da pranzo agli studenti che stanno uscendo da scuola e stanno aspettando l’autobus, ovviamente ne approfitto anche io per mangiare qualcosa prima di raggiungere il B&B poco distante.

Mi accoglie la gentilissima Graziella che mi offre da bere e mi fa accomodare, la sera prima di cena anche con lei scambio due chiacchiere su questo cammino e del suo potenziale.

 

N. Passi: 33159

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...