Rotta verso Santiago: giorno 30

Da Rabanal del Camino a Ponferada

Visto che oggi ci aspetta una partenza in salita tra i sentieri, non ci sembra il caso di camminare tanto al buio, quindi con calma usciamo dall’albergue verso le 8:00 di modo che dopo i primi 2 o 3 km è già chiaro, giusto prima di immetterci nei sentieri di montagna.

Comunque c’è la nebbia o, per meglio dire, ci sono le nuvole basse, che di certo non aiutano, troppo poca acqua per mettere il poncho, ma comunque abbastanza per bagnarci.

Saliamo per sentieri tra sassi ed alberi fino ad arrivare a Foncebadòn, un piccolissimo “paese” con una specie di punto di ristoro, dove vendono un po’ di frutta, qualche dolce, dei panini, caffè e tè. Ma sopratutto hanno il camino acceso, che in una giornata fredda come oggi è quello che ci vuole.
Non ci fermiamo molto perché più la pausa è lunga più è dura riprendere, ormai siamo a quota 1530 e dopo un paio di km arriviamo alla Cruz de Ferro, punto caratteristico del cammino dove i pellegrini lasciano qualcosa, dal sasso portato da lontano al braccialetto, alla conchiglia. Di tutto insomma; Grazia invece lascia una delle sue magliette, alcune foto e oggetti che le hanno lasciato amici ma sopratutto parenti delle donne vittime di violenza che ha incontrato in Italia.

Dopo qualche foto riprendiamo scendendo per un po tra sterrati e sentieri, passando dal caratteristico rifugio di Manjarin e poi lungo un continuo saliscendi tra i monti per buona parte della giornata, per molti una tortura ma personalmente io preferisco tappe così alla monotonia delle Mesetas ad esempio. Qui i panorami cambiano continuamente e, sembrerà strano, ma mi stanco anche meno, le gambe non fanno sempre lo stesso movimento per 30 km come quando si cammina in pianura così anche i muscoli sollecitati non sono sempre e solo gli stessi.


Comunque, dopo km e km di sentieri rocciosi resi scivolosi dalla pioggia leggera arriviamo a El Acebo de San Miguel dove ci fermiamo a pranzare, giusto proprio quando inizia a piovere con più insistenza. Poi, dopo aver ripreso, sempre coperti per la pioggia ci incamminiamo verso Molina Seca, passando prima da Riego de Ambrós, un altro bellissimo borgo ben curato.

Durante il tragitto smette e rincomincia a piovere così spesso che ormai divento un esperto a togliere e rimettere il poncho senza nemmeno fermarmi.

A Molina Seca, bel paesino ricco di bar e ristoranti, ci fermiamo per bere qualcosa e da qui in poi decidiamo di seguire la strada per i restanti 5 km che ci dividono dalla meta, ormai sono le 16:30 e seguendo lo sterrato allungheremo ulteriormente.
Dopo questi ultimi km di marciapiede arriviamo all’albergue parrocchiale, una grande struttura che può ospitare fino a 170 pellegrini, con tutto quello che serve. Purtroppo oggi è tardi per girare un po’ per la città, la tappa è stata lunga e siamo partiti più tardi del solito. Ci resta giusto il tempo per lavarci, fare la spesa e magiare in compagnia di Daniele e Sergio, due signori Italiani che abbiamo conosciuto già a León.
Domani, tempo permettendo, dovrebbe essere una tappa più tranquilla.

 

N. passi: 38698


One thought on “Rotta verso Santiago: giorno 30”

  1. Suola sventrata… Mai come in questi ultimi anni nelle mie sgambate alpine e pellegrine incontro gente che mi racconta storie di scarpe e scarponi a cui si è staccata la suola… Spesso scopro che non solo si tratta di calzature economiche (in grande percentuale, nel qual caso non sono leggero nei miei commenti!), ma anche di roba di marche che dovrebbero essere al di sopra di ogni sospetto…
    Per questa ragione, nel kit di sopravvivenza che sta nel mio zaino anche nelle uscite brevi è presente un rotolo di nastro adesivo telato, quello che gli americani chiamano “duct” o “duck” tape: 100 grammi che possono fare la differenza nel portare a termine una tappa con più o meno grande sofferenza oppure in condizioni temporaneamente soddisfacenti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...