Rotta verso Santiago: giorno 38

Da Rivadiso a O Pedrouzo

Colazione al bar per tutti quanti e poi via, partiamo, io e Grazia per primi, poi Chaira che decide di camminare un po’ con Cristian e infine Simona con Enrico che ieri è arrivato con una caviglia dolorante e oggi cercherà di arrivare piano piano.

Saliamo subito tra strade e sentieri per i primi 3 km che ci portano a Arzúa, una città abbastanza grande con tanti bar e albergue; procediamo attraversandola tutta per poi ritornare su piccole stradine tra campi e boschi. Quando, dopo una lunga salita, ci fermiamo ad un bar per uno spuntino, ci raggiungono anche Cristian e Chiara che si uniscono a noi, i primi 10 km praticamente li abbiamo fatti.

Da qui poi la strada scende sempre tra boschi, castagni e qualche paesino, intanto io prendo un po’ il mio passo e stacco gli altri. Attraverso una statale e la costeggio fino ad arrivare all’altezza di un bar/ristorante e mi fermo ad aspettarli. Oramai manca poco alla meta di oggi, tanto vale mangiare qualcosa solo una volta arrivati e preso posto nell’albergue.
Oggi, appena passata Arzúa, abbiamo iniziato ad incrociare moltissimi altri pellegrini; molti che hanno iniziato da poco, molti che usufruiscono del servizio taxi per gli zaini e anche parecchi gruppi di ragazzini di 10/12 anni al massimo. Qui in Spagna pare che fare una parte del cammino di Santiago porti punti sulla pagella scolastica.
Continuiamo quindi sul sentiero tra i boschi che scende fino a incrociare ancora la statale; qui il cammino prosegue dritto per Burgo ma noi prendiamo a sinistra per Predouzo dove, appena entrati nella via principale, sulla sinistra troviamo l’albergue. Questa sera finalmente torniamo ad usare la cucina e ci facciano una bella pasta al sugo, anche se non mi sento proprio benissimo. Probabilmente ho preso un po’ troppo freddo facendo la doccia ed ora ho lo stomaco in sottosopra, quindi mangio leggero ma resto comunque a fare compagnia agli altri. Questa sera è l’ultima che passiamo tutti assieme a meno che non ci ritroveremo poi a Santiago; io e Grazia domani ci fermeremo a 6 km dalla cattedrale per aspettare il suo compagno e per poter arrivare poi il sabato mattina come da programma, gli altri invece continueranno per raggiungere il tanto atteso traguardo, ognuno per conto suo e con le proprie emozioni.

 

N. Passi: 27429

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...